SE C’E’ UNA PERSONA A CUI CREDERE, QUELLA SEI TU.

Non credere a chi ti dice che vuoi troppo. Tu vuoi realizzare te stessa. E se non ci pensi tu, chi lo fa?!

Non credere a chi ti dice che ti devi accontentare. Siamo fatti per essere felici e manifestare chi siamo. Accontentarsi è un’altra cosa proprio. E’ la differenza tra comprare la borsa che vuoi e quella che il tuo budget ti permette oggi. 

Non credere a chi ti dice che c’è la crisi. 

Le crisi come sono create dagli uomini, cosi possono essere disfatte. E serve che ti ricordi il numero di imprese di successo nate nei periodi di crisi?! ( vedi esempi Uber, Facebook, Net a Porter…. ) 

E ti prego, non credere al mito del posto fisso. Perchè ormai di fisso c’è solo il cambiamento. E chi prima se ne rende conto, prima riuscirà ad allearsi a esso.

Non credere nemmeno a chi ti dice che tutto è già stato inventato. Sennò Armani a quest’ora era ancora un vetrinista, visto che  lo aveva preceduto Chanel anni prima.

Ma soprattutto non credere a chi ti dice che hai una brutta voce,  a chi ti ricorda i tuoi presunti errori, a chi ti dice che non ce la farai mai… a chi ti definisce con termini che ti ristringono, anziché valorizzarti.

Credi nella vita che vuoi realizzare. 

Credi in ciò che ti fa stare bene.

Ecco, stare bene dovrebbe proprio essere il metro con cui prendi le misure delle situazioni. 

Ciò che pensi. Ciò che vivi. Ciò che ti dicono. 

Ti fa stare bene? Allora vuol dire che sei sulla strada giusta. 

Ma se non aggiunge nulla alla tua felicità, allora lascia perdere. Non ti serve.

La vita che vuoi costruire non ha bisogno di questo mattoncino.

Sennò, mattoncino dopo mattoncino creiamo un muro tra noi e  ciò che vogliamo… anziché un ponte. 

Lo so, a volte sarai tentata a credere a tutto ciò. A credere che vuoi troppo. Che sei troppo o che sei addirittura sbagliata.

E in quei momenti. Quando credere in te risulta un miraggio… almeno credi in quella vocina che ti dice “che c’è di più”. 

Che “non può essere tutto qui”.

 Che “ un altro modo, ci deve pur essere”

Credile.

Seguila.

Fidati di lei e del tuo istinto di essere felice.

Perché quella vocina ha ragione.

C’è effettivamente di più.

TU.

TU SEI DI PIU’ di ciò che hai sempre creduto.

E iniziando a crederle, ogni giorno di più, capirai anche come. 

Come scoprirlo.

Come realizzare te, le tue idee e la tua vita.

Per ora, basta un solo atto di fiducia verso te stessa.

Un giorno alla volta. 

E poi un giorno ti scoprirai meravigliata della vita che TU stessa ti sei creata. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *